Università della Basilicata
Via San Rocco, 3
75100 Matera
sage@unibas.it
sage@unifg.it
sage@unisalento.it
Foggia 328-6634106
Lecce 0832-296473
Napoli 347-5493780

Storia delle Tradizioni Popolari

Storia delle Tradizioni Popolari

A V V I S O

STORIA DELLE TRADIZIONI POPOLARI
a.a. 2017/2018

Si precisa che i testi da studiare in vista dell’esame si differenziano in relazione alla possibilità che gli studenti abbiano già frequentato nei rispettivi CdS triennali un corso di Storia delle tradizioni popolari o meno.

Gli studenti che non abbiano frequentato nei precedenti anni accademici lezioni di Storia delle tradizioni popolari dovranno attenersi alle seguenti indicazioni circa i testi da studiare:

Alberto M. Cirese, Cultura egemonica e culture subalterne, Palermo, Palumbo, 1973 (o edizioni successive): Parte Q e A per intero, Parte B – capitolo B 3;
La demologia come “scienza normale”? Ripensare Cultura egemonica e culture subalterne, a cura di Fabio Dei e Antonio Fanelli, «Lares», LXXXI, 2015, nn. 2-3: almeno i saggi di F. Dei-P. Clemente et alii, Manifesto. Per una post-demologia. Il futuro della tradizione di studi italiani sulle culture subalterne (pp. 203-204); F. Mirizzi, Cultura egemonica e culture subalterne e le eredità degli studi demologici otto e novecenteschi (pp. 263-289); P. Clemente, Alberto Mario Cirese e le culture subalterne (pp. 333-354); F. Dei, La demologia come scienza normale? Quarant’anni di cultura egemonica e culture subalterne (pp. 377-395).
Oltre il folklore. Tradizioni popolari e antropologia nella società contemporanea a cura di Pietro Clemente e Fabio Mugnaini, Roma, Carocci, 2001: almeno l’Introduzione di F. Mugnaini (pp. 11-72) e i saggi di R. Schenda (pp. 73-88); R. Bauman (pp. 99-109); G. Lenclud (pp. 123-133); H. Bausinger (pp. 145-159); P. Clemente (pp. 187-219).

Gli studenti che abbiano frequentato nei precedenti anni accademici lezioni di Storia delle tradizioni popolari dovranno invece attenersi alle seguenti indicazioni circa i testi da studiare:

La demologia come “scienza normale”? Ripensare Cultura egemonica e culture subalterne, a cura di Fabio Dei e Antonio Fanelli, «Lares», LXXXI, 2015, nn. 2-3: i saggi di F. Dei-P. Clemente et alii, Manifesto. Per una post-demologia. Il futuro della tradizione di studi italiani sulle culture subalterne (pp. 203-204); E. Testa (pp. 207-232); E. V. Alliegro (pp. 233-262); F. Mirizzi, Cultura egemonica e culture subalterne e le eredità degli studi demologici otto e novecenteschi (pp. 263-289); A. Fanelli (pp. 291-316); P. Clemente, Alberto Mario Cirese e le culture subalterne (pp. 333-354); G.P. Gri (pp. 355-360); G. Angioni (367-374); F. Dei, La demologia come scienza normale? Quarant’anni di cultura egemonica e culture subalterne (pp. 377-395); F. Faeta (pp. 397-405); C. Papa-A. Koensler (pp. 407-426); M.G. Da Re (pp. 451-460); V. Cannada Bartoli (pp. 461-474); più i materiali contenuti nella sezione ARCHIVIO (pp. 480-536).

Oltre il folklore. Tradizioni popolari e antropologia nella società contemporanea a cura di Pietro Clemente e Fabio Mugnaini, Roma, Carocci, 2001: l’Introduzione di F. Mugnaini (pp. 11-72) e i saggi di R. Schenda (pp. 73-88); R. Finnegan (pp. 89-98); R. Bauman (pp. 99-109); D. Fabre (pp. 111-122); G. Lenclud (pp. 123-133); E. Dettmer (pp. 135-143); K. Köstlin (pp. 167-186); H. Bausinger (pp. 145-159); P. Clemente (pp. 187-219).

Gli studenti che abbiano frequentato il corso potranno sostenere l’esame discutendo un elaborato scritto (lunghezza media: 20.000 caratteri, spazi compresi e note e bibliografie escluse) su uno dei seguenti temi a scelta:
– Cultura egemonica e culture subalterne di A.M. Cirese nella tradizione degli studi demologici italiani;
– La cassetta degli attrezzi del demologo, i criteri e le tecniche di documentazione di documentazione e di analisi;
– Le relazioni tra Demologia, Antropologia ed Etnologia;
– I paradigmi della demologia otto-novecentesca: il popolarismo romantico, la demopsicologia di G. Pitrè e l’etnografia di L. Loria;
– Gli indirizzi storico-geografici, i rapporti con la filologia linguistica e la nozione di variante;
– Le Osservazioni sul folclore di Antonio Gramsci, gli anni del secondo dopoguerra e le ricerche di Ernesto de Martino;
– Forme e funzioni del canto popolare nella tradizione degli studi demologici e negli anni del folk-revival;
– Le tradizioni popolari come pratiche sociali e come patrimoni culturali;
– Le tradizioni popolari e la cultura di massa, il folklore e il folklorismo;
– La nozione di tradizione quale processo cognitivo;
– La post-demologia e gli aspetti culturali non patrimonializzati della vita ordinaria e quotidiana;
– Le categorie di egemonia e subalternità e l’analisi delle nuove dinamiche di disuguaglianza sociale.

L’elaborato dovrà essere trasmesso per e-mail all’indirizzo ferdinando.mirizzi@unibas.it almeno una settimana prima dell’appello d’esame.

Le norme per la redazione degli elaborati sono quelle consigliate per la stesura delle tesi di laurea e scaricabili dal sito del DiCEM.

Il docente
F.to Prof. Ferdinando F. Mirizzi

Share

Continuando a navigare nel sito, dichiari di accettare i cookies Altre informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close