SEMINARI ORGANIZZATI NELL'AMBITO DEI CORSI DI "COSTRUZIONI IN ACCIAIO E LEGNO" E "RIABILITAZIONE STRUTTURALE

 

Risultati immagini per claudio bernuzzi  

Seminario del Prof. Claudio BERNUZZI, e del dott. Ing. Marco Simoncelli del Politecnico di Milano, giorno 23 Gennaio 2020, dalle ore 8:30 alle ore 10:30

Titolo del seminario: "CRITICITA' NELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI STRUTTURE IN ACCIAIO"

Luogo: Aula De Saint Venant, Scuola di Ingegneria, Università degli Studi della Basilicata, via dell'Ateneo Lucano, 10 - (Polo Macchia Romana) - Potenza

   

Seminario: Prof.ssa Elena MELE dell'Università Federico II di Napoli - giorno 17 Gennaio 2019, dalle ore 9:30 alle ore 11:30

Titolo del seminario: La ricerca dell'efficienza strutturale nella progettazione dei grattacieli: una storia di ingegneri e di idee

Luogo: Aula De Saint Venant, Scuola di Ingegneria, Università degli Studi della Basilicata, via dell'Ateneo Lucano, 10 - (Polo Macchia Romana) - Potenza

   
 

Seminario: Prof. Riccardo DE MARTINO, Prof. Lucio DELLA SALA, Prof. Felice Carlo PONZO - giorno 7 Marzo 2019, dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

Titolo del seminario: "LA RICERCA DELLA FORMA  - IL GENIO DI SERGIO MUSMECI"

Luogo: Aula Galilei del Campus di Macchia Romana - Scuola di Ingegneria, Università degli Studi della Basilicata, via dell'Ateneo Lucano, 10 - (Polo Macchia Romana) - Potenza 

   

 

(6CFU)

(Steel and Timber Structures) 

ANNO DI CORSO: II MAGISTRALE - I SEMESTRE

 

AVVISO: Inizio corso a.a. 2020-21: martedì 6 ottobre 2020

 

DOCENTI:

- Prof. Felice Carlo Ponzo - (Orario di ricevimento: Martedì ore 15.00 - 17.00)

 

CULTORI DELLA MATERIA

- Ing. Antonio Di Cesare

- Ing. Gianluca Auletta

- Ing. Rocco Ditommaso

 

PROGRAMMA DEL CORSO:

Il corso fornisce nozioni di base e approfondimenti specialistici sulle tecniche di progettazione e realizzative delle strutture civili ed industriali in acciaio, miste calcestruzzo-acciaio, anche in zona sismica, e nozioni di base sul comportamento del materiale legno e sulle principali tipologie strutturali in legno e legno lamellare. Nel dettaglio gli argomenti trattati sono i seguenti:

- (Acciaio): Sistemi strutturali, edifici multipiano, edifici monopiano, modelli di calcolo l’affidabilità strutturale, il metodo semiprobabilistico, il materiale, forme e tipi di acciai da carpenteria, criteri di resistenza, carichi e azioni, metodi di verifica, unioni saldate, unioni bullonate, principi generali di resistenza degli elementi strutturali, imperfezioni, collegamenti, resistenza degli elementi strutturali, stabilità degli elementi strutturali, resistenza al fuoco, riferimenti normativi, progetto in zona sismica di edifici in acciaio.

- (Legno): Meccanica del legno e del legno lamellare, tecnologia di produzione del legno lamellare, schemi statici-costruttivi, collegamenti e giunti, riferimenti normativi, esercitazioni.

 

MODALITA' DI EROGAZIONE:

Il corso è organizzato nel seguente modo:

- Lezioni frontali in aula sugli argomenti del corso (32 ore);

- Esercitazioni progettuali in aula e pratiche nel laboratorio Prove Materiali e Strutture (22 ore); 

- Visite tecniche presso aziende e/o cantieri.

 

TESTI DI RIFERIMENTO CONSIGLIATI:

- “STRUTTURE IN ACCIAIO” di G.Ballio – F.M. Mazzolani; ISEDI – Arnoldo Mondadori Editore

- “PROGETTO E VERIFICA DELLE STRUTTURE IN ACCIAIO”, C. Bernuzzi, Hoepli

- “COLLEGAMENTI SALDATI” Costa, Daddi, Mazzolani, Cisia

- I COLLEGAMENTI CHIODATI, BULLONATI E SALDATI”, V. Perrone, Hevelius Edizioni

- “TECNICA DELLE COSTRUZIONI IN LEGNO”, Giordano G., Hoepli, MI

- “PROGETTAZIONE E CALCOLO DELLE STRUTTURE IN LEGNO LAMELLARE” De Angelis, Dei

- “COSTRUIRE CON IL LEGNO”, Davoli P., Hoepli

- Normative: CNR UNI 10011, D.M. 17 gennaio 2018 (Norme tecniche per le costruzioni)

 

PROPEDEUTICITA': 

È necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze fornite dai corsi di: “Scienza delle Costruzioni” e “Tecnica delle Costruzioni.”

 

MODALITA' DI FREQUENZA:

Gli obblighi di frequenza delle attività didattiche sono soddisfatti d’ufficio al termine del semestre nel quale le stesse sono collocate

 

MODALITA' DI VERIFICA DELLA PREPARAZIONE:

L'obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.

L’esame è diviso in 2 parti che hanno luogo nello stesso giorno:

- Prima Parte: La discussione di un elaborato progettuale redatto nel corso delle esercitazioni, riguardante il dimensionamento e verifica di un edificio multipiano o di un edificio industriale e dei relativi particolari esecutivi. Per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30;

- Seconda Parte: Una prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso. Per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30

 Il voto finale è fornito dalla media dei 2 punteggi parziali

 

DISPENSE CORSO:

- Presentazione corso

- Dispensa 1 - Sistemi Strutturali

- Dispensa 2 - Il materiale Acciaio

- Dispensa 3 - Unioni Saldate

- Dispensa 4 - Unioni Bullonate

- Dispensa 5 - Collegamenti

- Dispensa 6 - Resistenza delle Sezioni

- Dispensa 7 - Instabilità

- Dispensa 8 - Edifici in Acciaio in zona sismica

- Dispensa 9 - Sezioni Miste Acciaio-Calcestruzzo

- Dispensa 10 - Resistenza al Fuoco di Strutture in Acciaio e Legno (NEW-Seminario)

- Dispensa 11 - Legno

- Dispensa 12 - Legno Lamellare

 

ESERCITAZIONI:

- Unioni Saldate: Flessione-Taglio

- Unioni Saldate: Torsione-Taglio

- Unioni Saldate: Trazione-Torsione

- Unione Bullonata: Taglio

- Unione Bullonata: Taglio-Torsione

- Unione bullonata: Taglio-Torsione e Flessione

- Resistenza al fuoco

- Esempi Edifici Multipiano in Acciaio (NEW)

- Traccia Esercitazione a.a. 2019-2020 (NEW)

 

SAGOMARIO DEI PROFILI (Fondazione Promozione Acciaio):  vai al link

(6CFU)

(Structural Stregthening - Module II)

ANNO DI CORSO: II MAGISTRALE - SEMESTRE II°

 

AVVISO: Fino alle fine dell'emergenza COVID19, le lezioni si terranno in modalità telematica tramite la piattaforma Classroom Meet

 

Il corso mira a fornire allo studente gli strumenti per la comprensione del funzionamento statico e dinamico di edifici in muratura ed in calcestruzzo armato esistenti e per la progettazione di interventi di rafforzamento di strutture complesse, anche in zona sismica, mediante tecniche classiche ed innovative quali l'isolamento alla base e i sistemi di controventi dissipatici.

 

DOCENTI:

- Ing. Marco Vona (Modulo I)

- Prof. Felice Carlo Ponzo (Modulo II)

 

CULTORI DELLA MATERIA

- Ing. Antonio Di Cesare

- Ing. Gianluca Auletta

- Ing. Rocco Ditommaso

 

PROGRAMMA DEL CORSO:

Il corso fornisce nozioni di base e approfondimenti specialistici sulle tecniche di valutazione della vulnerabilità, in particolare quella sismica, degli edifici esistenti in calcestruzzo armato ed in muratura, sulle tecniche di indagine in sito sui materiali, di tipo distruttivo e non, e sulle metodologie di progettazione degli interventi di rafforzamento, di tipo classico ed innovativo. In particolare saranno trattati i seguenti argomenti:

- Riferimenti normativi: Edifici Esistenti: Valutazione della sicurezza, Requisiti di sicurezza e criteri di verifica, Livelli di conoscenza;

- Edifici in Muratura: Comportamento delle strutture in muratura soggette ad azione sismica, Gerarchia delle modalità di collasso, Disgregazione della tessitura muraria, Collasso della parete al di fuori del piano, Collasso della parete nel piano, Orizzontamenti e coperture, Dettagli costruttivi, Proprietà dei materiali, Prove di laboratorio o in situ, Prove distruttive, Prove moderatamente distruttive, Prove non distruttive, Valutazione della sicurezza, interventi classici ed innovativi;

- Edifici in cemento armato: Valutazione, Individuazione delle caratteristiche della struttura e dei dettagli costruttivi, Programma delle indagini, Determinazione delle proprietà dei materiali, Le indagini sul calcestruzzo, I metodi non distruttivi, Elaborazione dei risultati delle prove sul calcestruzzo, Le indagini sulle armature, Valutazione della sicurezza, Livelli di protezione antisismica e fattori di importanza, Azione sismica, Combinazione delle componenti dell’azione sismica, Metodi di analisi strutturale e le condizioni di applicabilità, Interventi - Tecniche classiche e Tecniche innovative (Isolamento alla base, Controventi dissipativi, DIS-CAM, FRP);

- Identificazione dinamica delle strutture e Monitoraggio strutturale.

 

MODALITA' DI EROGAZIONE:

Il corso è organizzato nel seguente modo:

- Lezioni frontali in aula sugli argomenti del corso (48 ore);

- Esercitazioni progettuali in aula e pratiche nel laboratorio Prove Materiali e Strutture (33 ore); 

- Visite tecniche presso Siti/aziende/cantieri.

 

TESTI DI RIFERIMENTO

- Sisto Mastrodicasa, Dissesti Statici delle Strutture Edilizie, diagnosi e consolidamento, HOEPLI

- Manfredi G., Masi A., Pinho R., Verderame G., Vona M., 2007, Valutazione di edifici esistenti in C.A., Collana di manuali di progettazione antisismica, IUSS Press, Pavia;

- Dolce M., Ponzo F., Di Cesare A. Arleo G., (2010), Progetto di edifici con isolamento sismico, IUSS Press, Pavia;

Normative:

- DM 17.01.2018, Nuove norme tecniche per le costruzioni;

- Norme UNI e CNR per le prove in situ ed in laboratorio

 

PROPEDEUTICITA':

È necessario avere acquisito e assimilato le seguenti conoscenze fornite dai corsi di “Scienza delle Costruzioni” e “Tecnica delle Costruzioni.”

 

MODALITA' DI FREQUENZA:

Gli obblighi di frequenza delle attività didattiche sono soddisfatti d’ufficio al termine del semestre nel quale le stesse sono collocate.

 

MODALITA' DI VERIFICA DELLA PREPARAZIONE:

L'obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.

L’esame è diviso in 2 parti che hanno luogo nello stesso giorno:

- La discussione di un elaborato progettuale redatto nel corso delle esercitazioni, riguardante la verifica di vulnerabilità di un edificio esistente e l'applicazione di tecniche di intervento di tipo classico e/o innovative. Per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30;

- Una prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso. Per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30

 Il voto finale è fornito dalla media dei 2 punteggi parziali

 

DISPENSE MODULO II:

0. INTRODUZIONE AL CORSO

 

1. PARTE GENERALE 1

1. PARTE GENERALE 2

 

2. EDIFICI IN MURATURA

 - Interventi 1

 - Interventi 2

 - Interventi 3

 - Interventi 4

 - Esercitazione Tiranti

 - Esercitazione CAM

 

3. EDIFICI IN CALCESTRUZZO ARMATO

 - Adeguamento con Sistemi di Dissipazione di Energia

 - Adeguamento con Sistemi di Isolamento alla Base

 

4. MONITORAGGIO STRUTTURALE

- Parte 4_1 - Introduzione

- Parte 4_2 - Terremoti e onde sismiche

- Parte 4_3 - Introduzione all'analisi dei segnali

- Parte 4_4 - Valutazione delle frequenze

- Parte 4_5 - Valutazione dello smorzamento

- Parte 4_6 - Valutazione delle masse e delle rigidezze

- Parte 4_7 - Valutazione delle deformate modali

- Parte 4_8 - La trasformata di Stockwell

- Parte 4_9 - Metodi di localizzazione del danno 

 

5. ESERCITAZIONI

- Parte 5_1

- Parte 5_2