Basilicata University Press http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup <p>La BUP - Basilicata University Press è la casa editrice dell'Università della Basilicata.</p> <p>Nasce per dare valore al significato della parola scritta. L’obiettivo è di dare esito editoriale e supporto alle eccellenze dell’Università della Basilicata nel campo degli studi e della ricerca.</p> <p><a title="Università degli Studi della Basilicata" href="http://portale.unibas.it/site/home.html" target="_blank" rel="noopener"><strong>Università degli Studi </strong><strong>della Basilicata</strong></a></p> <p><strong>Via Nazario Sauro 85, 85100 Potenza (Italia)</strong></p> <p> </p> <p><a href="mailto:bup@unibas.it"><strong>bup@unibas.it</strong></a></p> <p><a href="http://www.google.com/url?q=http%3A%2F%2Fbiblioteca.unibas.it%2Fsite%2Fhome.html&amp;sa=D&amp;sntz=1&amp;usg=AFQjCNEWngzKSekZiy9irbbqKyHQ5mNCcQ"><strong>Biblioteca Centrale</strong></a><a href="http://www.google.com/url?q=http%3A%2F%2Fbiblioteca.unibas.it%2Fsite%2Fhome.html&amp;sa=D&amp;sntz=1&amp;usg=AFQjCNEWngzKSekZiy9irbbqKyHQ5mNCcQ"><strong> di Ateneo</strong></a></p> it-IT <p>L'Autore deve compilare e consegnare lo specifico Modulo scaricabile dalla pagina delle specifiche Collane (elencate <a title="Collane" href="https://web.unibas.it/bup/omp/index.php/BUP/series" target="_blank" rel="noopener">qui</a>).</p> <p>In ogni caso, sottoponendo il suo prodotto alla BUP, l'Autore:</p> <p><em>– </em>autorizza la BUP - Basilicata University Press, a titolo gratuito e senza limiti di tempo, a pubblicare e/o a diffondere in qualsiasi forma i propri testi, video e/o immagini;</p> <p><em>– </em>dichiara che il proprio contributo scientifico, diffuso a titolo gratuito attraverso le reti telematiche:</p> <ul> <li>non infrange in alcun modo le norme vigenti in materia di diritto d’autore, né gli obblighi connessi con la salvaguardia di diritti morali o economici di altri autori o di altri aventi diritto, per quanto riguarda sia testi, immagini, foto, tabelle, sia altri contenuti;</li> <li>non è il risultato di attività rientranti nella normativa sulla proprietà industriale e non è oggetto di eventuali registrazioni di tipo brevettuale;</li> <li>non è stato prodotto nell’ambito di progetti finanziati da soggetti pubblici o privati che hanno preventivamente posto particolari vincoli alla divulgazione dei risultati per motivi di riservatezza o segretezza.</li> </ul> bup@unibas.it (Prof. Fulvio Delle Donne) bup@unibas.it (Prof. Fulvio Delle Donne) OMP 3.3.0.11 http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss 60 Epistole in 5 libri http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/39 <p><strong>Editore: </strong>Premio Letterario Basilicata</p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Miscellanea</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 554</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano, Latino</p> <p><strong>Data di pubblicazione:</strong> 2024</p> <p><strong>ISBN:</strong> 978-88-98943-78-4</p> <p><strong>Abstract: </strong>Pier della Vigna è il più grande epistolografo della sua epoca, inventore dello <em>stilus supremus</em> che caratterizza la sua opera, massima espressione dell’<em>ars dictaminis</em> di quei secoli. Le sue epistole furono considerate per diverse generazioni emblemi di perfezione stilistica, in quanto riuscivano straordinariamente a combinare ricchezza espressiva e ricercatezza formale, rigore logico e impeto concettuale: sono un’insegna di potere ideologico e culturale.</p> <p>L'edizione critica, curata da Debora Riso, propone la più antica forma dell’epistolario in 5 libri. preceduta da un’ampia introduzione di Fulvio Delle Donne.</p> <p>Il volume è vincitore del Premio Basilicata 2023 per le testi di dottorato.</p> Pier della Vigna; Debora Riso; Fulvio Delle Donne Copyright (c) 2024 Premio Letterario Basilicata https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/39 Thu, 28 Mar 2024 00:00:00 +0000 pigR: R, per pigri http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/40 <p><img src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" /></p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Strumenti, 2</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-24-0</p> <p><strong>Abstract:</strong> Questo materiale (pigR: R per pigri, e scusate il gioco di parole) nasce da qualche anno di esperienza (frustrante) di insegnamento di corsi di “Statistical computing con R” per dottorandi di ricerca. È destinato soprattutto a chi si occupa di scienze sperimentali e parte da una conoscenza limitata sia della statistica che dell’uso di linguaggi e ambienti di programmazione, e ha la necessità di passare a strumenti più complessi dei fogli di calcolo, e di farlo nel minor tempo possibile.</p> <p>L’idea è: <span style="font-size: 0.875rem;">fornire una visione di insieme di R come linguaggio/ambiente e della sua utilità per l’analisi dei dati e la statistica; </span><span style="font-size: 0.875rem;">aiutare gli utenti (potenziali) a individuare le proprie necessità; </span>fornire percorsi guidati per set di necessità standard e per livelli diversi di interazione (immaginando percorsi più o meno avanzati, da principianti assoluti a utenti intermedi), indicando agli utenti le risorse “migliori”.</p> Eugenio Parente Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/40 Sat, 25 Nov 2023 00:00:00 +0000 Sistemi tecnologici e costruttivi del “Movimento Moderno” http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/38 <p><img src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" /></p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Minigrafie</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 64</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-27-1</p> <p><strong>Abstract:</strong> Il “Movimento Moderno” rappresenta una delle più interessanti pagine della storia culturale ed architettonica italiana. I fermenti delle avanguardie stimolarono la nascita di nuove industrie attraverso lo sviluppo di apparati tecnici e sistemi tecnologici che portarono alla definizione di nuovi stilemi architettonici riconoscibili in tutta la produzione architettonica propriamente “Made in Italy”. Lo sviluppo di tecniche costruttive moderne e l’uso sempre più diffuso del calcestruzzo armato consentirono di definire i caratteri peculiari, qualitativi e tipologici, delle nuove architetture. Al contempo, i progressi dell’industria, e in particolare quelli relativi ai materiali da costruzione, fornirono grande supporto a questo processo di innovazione nel settore. Il presente volume intende analizzare le architetture caratterizzate da uno stile strettamente italiano – non definito, però, con regole specifiche e caratteri ben precisi –, proprio di quelle realizzazioni accomunate da un intento di espressione dei valori di una identità nazionale.</p> Antonello Pagliuca Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/38 Fri, 03 Nov 2023 00:00:00 +0000 L’eschatologie impériale du souverain - L’escatologia imperiale del sovrano http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/37 <p><img src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP"></p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Imperialiter, 4</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 158</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong>&nbsp;Italiano, francese, Inglese</p> <p><strong>Pubblicato:&nbsp;</strong>2023</p> <p><strong>ISBN:&nbsp;</strong>978-88-31309-26-4</p> <p><strong>Abstract:</strong>&nbsp;Questo libro, il quarto della serie <em>Imperialiter</em>, esplora il tema dell’escatologia imperiale del sovrano, che viene indagato nelle sue diverse manifestazioni e rappresentazioni. Evocando le suggestioni dei destini ultimi dell’umanità, il sovrano amplifica le forme della sua sovranità, associando a essa i tratti che la collegano alla seconda <em>Parousia</em>, quella definitiva del ritorno di Cristo (il modello regale per eccellenza), che condurrà alla fine dei tempi e di ogni sovranità terrena.</p> <p>&nbsp;</p> <p><strong>Sommario</strong></p> <p>Patrick Boucheron - Annick Peters-Custot, <em>Introduction. </em><em>L’Empire, un droit sur le temps?</em></p> <p>Gaelle Bosseman, <em>Usages et fonctions de l’eschatologie monastique dans le discours royal puis impérial ibérique: le tournant des XI<sup>e</sup>-XII<sup>e</sup>&nbsp;siècles</em></p> <p>Lucien Dabadie, <em>Cola di Rienzo’s Embassy at Prague: Between Imperial Dreams and Popular Justice</em></p> <p>Gaia Tomazzoli, <em>Mito imperiale e messianismo: un codice retorico-politico nell’opera di Petrarca</em></p> <p>Jean-Louis Fournel, <em>L’arme de la prophétie et la qualité des temps, ou l’inscription de l’eschatologie dans le présent de la guerre</em></p> <p>Jacqueline Hermann, <em>L’attente d’un Roi Messie. Sebastianisme et messianisme royal au Portugal&nbsp; (XVI<sup>e</sup> et XVII<sup>e</sup> siecles)</em></p> Annick Peters-Custot, Fulvio Delle Donne Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/37 Wed, 01 Nov 2023 00:00:00 +0000 Pubblicare ad accesso aperto nei contratti trasformativi http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/34 <p><a title="BUP - Basilicata University Press" href="https://bup.unibas.it/" target="_blank" rel="noopener"><img style="float: left;" src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" width="161" height="109" /></a></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Strumenti, 1</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 58</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano</p> <p><strong>Pubblicato:</strong> 2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-25-7</p> <p><strong>DOI:</strong> </p> <p><strong>NBN: </strong></p> <p><strong>Abstract: </strong>Partendo da una sintetica disamina della tematica relativa alle pubblicazioni in accesso aperto, il volume vuole fornire uno strumento pratico a chi intenda pubblicare sulle riviste ibride messe a disposizione dei ricercatori mediante i cosiddetti contratti trasformativi.</p> Giuseppe Miccolis Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/34 Thu, 21 Sep 2023 00:00:00 +0000 Dio, l’oscurità e il talento. Le novelle di «cose catoliche» del "Decameron" http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/33 <p><a title="BUP - Basilicata University Press" href="https://bup.unibas.it/" target="_blank" rel="noopener"><img style="float: left;" src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" width="161" height="109" /></a></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Mondi Mediterranei, 9</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> VIII, 207</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano</p> <p><strong>Pubblicato:</strong> 2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-22-6</p> <p><strong>DOI:</strong> </p> <p><strong>NBN: </strong></p> <p><strong>Abstract: </strong>Il libro propone una lettura del ciclo di novelle di «cose catoliche», sei racconti collegati dal comune tema latamente teologico, dove alla realizzazione comica si affianca la problematizzazione della morale religiosa.</p> <p>Boccaccio sviluppa una riflessione teologica coerente, che culmina in una paradossale esaltazione del talento umano quale potente strumento di mediazione con Dio e che guarda con interesse alle <em>auctoritates </em>religiose e letterarie, al dibattito teologico e ai costumi religiosi della sua epoca; fra i temi più urgenti, ci sono la <em>sanctitas</em> laica, le figure dei santi canonici o popolari nelle pratiche devozionali, le modalità mediante cui Dio mostra miracoli ai fedeli, la remunerazione divina per le azioni umane.</p> <p>Ne emerge un Boccaccio che, se da un lato non smentisce la sua tendenza a parodiare la letteratura sacra popolare, dall’altro si dimostra pure molto sensibile alle tematiche affrontate dai testi teologici e letterari di tono o argomento elevato, al loro rapporto con la filosofia morale e ai concreti comportamenti umani.</p> Lelio Camassa Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/33 Mon, 28 Aug 2023 00:00:00 +0000 Gli spazi del potere: strategie e attributi dell’imperialità - Les espaces de la puissance: stratégies et marqueurs de l’impérialité http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/35 <p><img src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" /></p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Imperialiter, 3</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 192</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano, francese, Inglese</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-23-3</p> <p><strong>Abstract:</strong> La vastità del territorio è attributo necessario di imperialità? Un impero è solo un regno più grande? Rielaborando gli interventi al convegno scientifico tenutosi alla Maison Française di Oxford nel giugno del 2018, questo libro mette in discussione i legami sviluppati a partire dal Medioevo tra l’idea di impero e la sua espressione geografica. Più precisamente, riflette sul rapporto tra razionalità politica imperiale e configurazione territoriale attraverso alcuni casi di studio tratti dai regni di Sicilia, Francia, Ungheria, Spagna e Inghilterra.</p> <p> </p> <p><strong>Sommario</strong></p> <p>Corinne Leveleux-Teixeira, <em>De l’espace à l’espèce : de quoi l’im­pé­ria­lité est-elle le nom ? Quelques réflexions introductives</em></p> <p>Annick Peters-Custot, <em>Le royaume normand de Sicile, cas d’école de l’im­périalité royale ?</em></p> <p>Jean-Paul Boyer, <em>Humilier l’Empire. Le paradoxe des romanistes du ro­yaume de Sicile-Naples (fin XIII<sup>e</sup>-mi-XIV<sup>e</sup> siècle)</em></p> <p>Benoît Grévin, Rex est imperator extra regnum ?<em> Stratégies im­pé­riales françaises, des Capétiens aux premiers Valois (1212-1380)</em></p> <p>Attila Bárány, <em>The Medieval Kingdom of Hungary : a Power Factor in Central Europe</em></p> <p>Hélène Sirantoine, <em>When Being King Was Not Enough : </em>Im­pe­ra­to­res <em>in Medieval Iberia (Ninth to Twelfth Century)</em></p> <p>John Watts, <em>Imperial England, 1150-1550</em></p> Corinne Leveleux-Teixeira , Fulvio Delle Donne Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/35 Sat, 29 Jul 2023 00:00:00 +0000 Imaging Spetroscopico e Chemiometria per la caratterizzazione di materiali di interesse artistico e culturale http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/36 <p><a title="BUP - Basilicata University Press" href="https://bup.unibas.it/" target="_blank" rel="noopener"><img style="float: left;" src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" width="161" height="109" /></a></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Miscellanea</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 135</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Inglese</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>24/07/2023</p> <p><strong>ISBN:</strong> 978-88-31309-21-9</p> <p><strong>NBN: </strong></p> <p style="text-align: justify;"><strong>Abstract: </strong>Questo Volume raccoglie tutti i contributi divulgativi presentati al Christmas Workshop dedicato all’analisi chemiometrica per l’elaborazione dei dati sperimentali, con particolare riferimento all’imaging spettroscopico. L’obiettivo formativo è stato raggiunto e a tutti i partecipanti sono stati forniti i supporti tecnici e software necessari per seguire le lezioni e le esercitazioni dimostrative tenute da docenti esperti in analisi multivariata. Le relazioni hanno affrontato il tema della cura e conservazione dei patrimoni ambientali e culturali, evidenziando l’importanza della diagnostica, dell’utilizzo di tecniche integrate e innovative e della statistica avanzata per l’interpretazione dei dati. Nel complesso, il Volume è il risultato della collaborazione sinergica tra diverse discipline, troppo surrettiziamente classificate in umanistiche e tecnico-scientifiche.</p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p><strong><em>Index</em></strong></p> <p>Preface. <em>Multidisciplinary Investigation and Multivariate Analysis for Cultural Heritage</em></p> <p>Introduction. <em>The care of cultural heritage: reports of experimental studies and development of databases</em></p> <p> </p> <p>Scientific contributions for cultural heritage</p> <p>Graziella Bernardo, <em>Diagnostics for sustainable conservation of building heritage</em></p> <p>Carmine Schiavone, Domenico Filitti, <em>The HeMain Technology Platform</em></p> <p>Angela De Bonis, Roberto Teghil, <em>Laser spectroscopy in cultural heritage and archeology: focus on Raman and LIBS techniques</em></p> <p>Laura Scrano, <em>Bio-strategies for the conservation of lithic and metallic heritage</em></p> <p>Paola Di Leo, Ester Maria Annunziata, Grazia Lubraco, <em>Micro X-Ray fluorescence imaging and chemical-mineralogical characterization of pigments in materials of artistic-cultural interest</em></p> <p>Nicola Cardellicchio, Francesco Cardellicchio, <em>The impact of climate change on Cultural Heritage</em></p> <p>Francesco Cardellicchio, Fausto Langerame, Anna Maria Salvi, <em>Use of the XPS technique for cultural heritage diagnostics</em></p> <p> </p> <p>Chemometric lessons</p> <p>Monica Casale, <em>Introduction to Multivariate Analysis Techniques</em></p> <p>Cristina Malegori, <em>Principal Component Analysis (PCA): theoretical foundations, application principles and results’ interpretation</em></p> <p>Paolo Oliveri, <em>Multivariate Exploratory Analysis of RGB, Multispectral and Hyperspectral images</em></p> <p>Giorgia Sciutto, <em>Application of multivariate techniques in the Cultural Heritage sector </em></p> <p><em> </em></p> <p>Innovative equipment</p> <p><em>Introduction to EnviroESCA the Near-Ambient Pressure-XPS</em></p> <p><em>EnviroESCA applications in Scientific Archaeology</em></p> Anna Maria Salvi, Graziella Bernardo, Antonella Guida Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/36 Mon, 24 Jul 2023 00:00:00 +0000 Intellettuali e potere nelle periferie del Regno http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/28 <p><a title="BUP - Basilicata University Press" href="https://bup.unibas.it/" target="_blank" rel="noopener"><img style="float: left;" src="https://web.unibas.it/bup/img/BUP_Flying_book_thumbnail5.png" alt="Logo BUP" width="161" height="109" /></a></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Collana</strong><strong>:</strong> Mondi Mediterranei, 8</p> <p><strong>Pagine</strong><strong>:</strong> 184</p> <p><strong>Lingua</strong><strong>:</strong> Italiano</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-19-6</p> <p><strong>NBN:</strong></p> <p style="text-align: justify;"><span style="font-weight: 400;"><strong>Abstract: </strong></span>Il volume analizza il rapporto tra intellettuali e potere nelle “periferie” del Regno di Sicilia e di Napoli in età medievale e moderna. Il tema costituisce un nodo centrale per la comprensione delle produzioni letterarie, storiografiche e, più in generale, testuali, soprattutto a partire dalla nascita delle corti, primari centri di aggregazione delle élites politico-culturali.</p> <p>In una prospettiva interdisciplinare, diversi studiosi riflettono sul ruolo svolto in vari contesti geografici dell’Italia meridionale da uomini e donne di lettere: contestazione o legittimazione del potere politico ma anche partecipazione a pratiche culturali più o meno strettamente ricollegabili alle evoluzioni dei sistemi di governo. Lo studio si integra con i risultati del progetto di ricerca DiLiBas e sviluppa gli spunti di riflessione avviati nel convegno <em>Intellettuali e potere, il potere degli intellettuali: produzioni culturali tra centri e periferie del Regno in età tardo medievale e moderna</em>, tenutosi nel marzo 2022 presso l’Università degli Studi della Basilicata.</p> <p> </p> <p><strong>Sommario</strong></p> <p>Cristina Acucella, Paolo Conte, Teofilo De Angelis, <em>Introduzione</em>: 7</p> <p>Teofilo De Angelis, <em>La corte di Manfredi nella</em> Historia <em>dello pseudo Iamsilla</em>: 17</p> <p>Lorenzo Miletti, <em>Umanisti-vescovi nel Regno di Napoli tra Pio II e Ferrante d’Aragona. Il rilancio della cultura classica e dell’antico locale nelle città</em>: 31</p> <p>Sebastiano Valerio, <em>Il ducato di Bari tra Isabella e Bona: percorsi della cultura aragonese a cavallo tra XV e XVI secolo</em>: 55</p> <p>Paolo Procaccioli, <em>Girolamo Ruscelli e l’eco di Napoli in una Venezia “periferia” del Regno</em>: 71</p> <p>Cristina Acucella, <em>Le accademie venosine dei Piacevoli e dei Rinascenti. I testi, il canone e le politiche culturali</em>: 97</p> <p>Paolo Conte, <em>Da una polemica letteraria a un conflitto politico: la contesa fra Matera ed Acerenza a metà ’600, fra “antimarinismo” e rivendicazioni cittadine</em>: 119</p> <p>Maria Anna Noto, <em>Identità, genealogia e autorappresentazione delle élites nobiliari di età moderna: le “storie” del lignaggio Acquaviva</em>: 141</p> <p>Indice dei nomi: 169</p> Cristina Acucella, Paolo Conte, Teofilo De Angelis Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/28 Fri, 12 May 2023 00:00:00 +0000 Il re e le sue lingue: comunicazione e imperialità - Le roi et ses langues: communication et impérialité http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/32 <p><strong><a title="BUP - Basilicata University Press" href="https://bup.unibas.it/" target="_blank" rel="noopener"><img style="float: left;" src="http://web.unibas.it/bup/omp/public/site/images/administrator/BUP_Flying_book_thumbnail3.png" /></a></strong></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Collana:</strong> Imperialiter, 2</p> <p><strong>Pagine:</strong> 176</p> <p><strong>Lingua: </strong>Italiano e francese</p> <p><strong>Pubblicato: </strong>2023</p> <p><strong>ISBN: </strong>978-88-31309-20-2</p> <p><strong>NBN:</strong><a href="http://nbn.depositolegale.it/resolver.pl?nbn=urn:nbn:it:unina-29004"> http://nbn.depositolegale.it/resolver.pl?nbn=urn:nbn:it:unina-29004</a></p> <p><strong>Abstract: </strong>È mai esistita un’ideologia imperiale connessa con la comunicazione linguistica nell’Europa del tardo Medio Evo e della prima modernità? E, in tal caso, all’esterno dell’impero germanico o bizantino, vi furono sovrani che tentarono di definire o imporre una “imperialità linguistica”? Attraverso il recupero, in diversi contesti, di una “sintassi” imperiale latina, greca o anche araba, questo volume offre un’indagine approfondita sulla gestione del multilinguismo negli spazi politici posti fuori o ai margini dell’Impero. Dalla Sicilia all’Inghilterra, dalla Polonia ai confini serbo-ungheresi, dal xii al xvii secolo, sono percorse le linee frastagliate dei complessi rapporti dialettici tra usi pragmatici e rappresentazioni ideologiche delle lingue che cooperano, sul lungo periodo, alla costruzione di suggestive forme di imperialità “derivata” o “seconda”.</p> <p> </p> <p><strong>Sommario</strong></p> <blockquote> <p>Benoît Grévin, <em>Le roi de langues et l’empereur. Y a-t-il eu un modèle «impérial» de gestion linguistique au bas Moyen Âge et à l’époque moderne (1100-1700/1792)?</em>: 7</p> <p><br />Guido Cappelli - Fulvio Delle Donne, <em>Considerazioni sul Latino come lingua imperiale (secc. XII-XVI)</em>: 31</p> <p><br />Lars Boje Mortensen, <em>L’auto-rappresentazione imperiale nella letteratura occidentale (1050-1200 ca.)</em>: 51</p> <p><br />Benoît Grévin, <em>Ampleur et limite d’une impérialisation: les modèles rhétoriques impériaux et leurs réemplois royaux en Europe occidentale et centrale (fin XIII<sup>e</sup>-début XV<sup>e</sup> siècle)</em>: 69</p> <p><br />Annick Peters-Custot, <em>Langue(s) d’Empire et langue(s) impériale(s) dans le royaume Hauteville de Sicile</em>: 105</p> <p><br />Aude Mairey, <em>Langues et impérialité seconde dans les îles Britanniques à la fin du Moyen Âge</em>: 123</p> <p><br />Benjamin Landais, <em>Langues de gouvernement et gouvernement des langues: l’allemand face aux langues ‘nationales’ dans les confins orientaux de la monarchie habsbourgeoise au XVIII<sup>e</sup> siècle</em>: 147</p> </blockquote> Fulvio Delle Donne, Benoît Grévin Copyright (c) 2023 Basilicata University Press https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0 http://web.unibas.it/bup/omp/index.php/bup/catalog/book/32 Sat, 04 Feb 2023 00:00:00 +0000